…argomento sempre di grande attualità: il legame tra successo e felicità

“Il successo è ottenere ciò che si vuole.

La felicità è volere ciò che si ottiene”

(Ingrid Bergman)

In passato ho già scritto articoli dedicati ai temi del “successo” e della “felicità“: per quanto riguarda quest’ultimo, senza dubbio uno dei miei preferiti è…  “Come essere felici” pubblicato qui sul Blog.

Approfitto allora della domanda di un lettore per tornare a parlarne. E’ nello specifico vedremo ancora una volta qual è il legame tra successo e felicità: e se esiste questo legame?! Se  vale la pena sacrificare la propria felicità per il successo? Se possiamo definire felicità e successo in modo univoco?

Sesta domanda: Cosa sono per te successo e felicità?

Tra le domande più votate a cui ho risposto, questa vince senza dubbio il premio della… “domanda mistica dell’anno”.

Battute a parte, questa  è una domanda che richiede una riflessione profonda.

Alla  mia età  l’ho detto e scritto …non penso di avere ancora tutti gli elementi per una risposta definitiva, ma cercherò comunque di condividere il mio punto di vista a riguardo.

Per comprendere il legame tra successo e felicità credo che sia innanzitutto necessario riflettere su quale sia la nostra definizione di successo e felicità, senza accontentarci di quelle preconfezionate, offerte da società e mass-media.

Personalmente, ho maturato negli anni un’idea man mano sempre più nitida di questi due concetti, e come ho avuto modo di scrivere altre volte: Il successo per me è un sinonimo di libertà.

download

Ricordate: “Puoi definirti una persona di successo nel momento in cui hai la libertà di scegliere su cosa, in che modo, con chi e dove spendere il tuo tempo”.

Per alcuni di questi elementi i soldi possono giocare un ruolo importante, motivo per cui il successo è anche successo economico, ma non può essere solo successo economico.

Possiamo infatti avere un’enorme ricchezza materiale, ma se per raggiungerla abbiamo dovuto sacrificare altri aspetti fondanti della nostra vita, invece che guadagnare libertà, l’avremmo persa. Il successo richiede dunque anche equilibrio nelle diverse sfere della nostra esistenza. Essere davvero liberi, significa sapere anche porsi dei limiti.

Si, per essere davvero liberi, significa porsi dei limiti. Poi la felicità per me è un insieme di emozioni. E nello specifico contribuiscono alla felicità emozioni quali: serenità, pace, gioia, completezza, connessione, soddisfazione, entusiasmo.

6756517-il-successo-di-parola-su-una-crescente-freccia-verde

Queste emozioni non possono essere comandate o attivate con un interruttore: nascono spontanee, in momenti inaspettati.

Tuttavia è indubbio che riusciamo a provarle, con sempre maggiore frequenza, solo nel momento in cui la nostra vita è sul giusto binario. La felicità non va inoltre confusa con il piacere (la differenza, chiara a pochi, la spiego qui).

Il piacere lo possiamo ordinare con un “pulsante”, ma più ne consumiamo e più ci consuma. Quel mix unico di emozioni, che chiamo felicità, invece, non è ordinabile su un catalogo online: può scaturire dal più semplice degli eventi quotidiani, ma richiede una vita di impegno per creare le condizioni fertili in cui farlo prosperare.

Così definiti, felicità e successo tendono a sovrapporsi: impegnandoci nel raggiungimento del nostro successo, ovvero di quella “libertà equilibrata” di cui vi/ti ho parlato, creiamo inevitabilmente quelle condizioni in cui fioriscono le emozioni alla base della felicità.

Bene, mi auguro di aver risposto alla domanda di ben una 40tina  di  lettori che l’hanno anche votata.

Ci sentiamo presto con l’ultimo post-intervista.

Buona giornata.

E’ sempre tempo di Coaching!

se hai domande o riflessioni da fare, ti invito a lasciare un commento a questo post: sarò felice di risponderti
oppure: prendi appuntamento per una sessione di coaching gratuita

0

Aggiungi un commento


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.