Life: un percorso di coaching per stare meglio con se stessi e…

Ciao a tutti,
Nel  precedente post sull’argomento già accennavo alla necessità di guardar bene alle principali nostre regole interiori. Oggi, affrontiamo l’argomento andando un po’ più in profondità e con qualche suggerimento diciamo “operativo” che vi può aiutare a  comprendere quel che a riguardo dovrete fare. La settimana scorsa nel sistemare un po’ la libreria di casa, sono riapparsi vecchi appunti di quando avevo da poco iniziato il mio percorso personale che mi ha portato ad approdare al Coaching, allora mi appoggiavo molto sulle “tecniche” che leggevo… Una di queste consisteva nel ridefinire le nostre regole per stare bene con noi stessi. Considerate questo: ognuno di noi ha infinite regole dentro di se. Regole che ci dicono come vestirci, dove vivere, come mangiare e cosa, come camminare, che tono di voce tenere in ogni situazione, cosa leggere, cosa ascoltare, chi è un vero amico, chi ci ama, cosa ci renderà felici nella vita. Come noterete spaziano da cose semplici e apparentemente banali, di tutti i giorni, alle cose più importanti e che poi, di fatto, determinano che vita viviamo davvero. Tra le tecniche più gettonate c’è quindi l’idea di stabilire a tavolino quali saranno da oggi in avanti le nostre nuove regole per stare bene, scegliendo quelle più semplici da realizzare. Così potremo decidere che da oggi in poi saremo sereni e felici quando ci guardiamo allo specchio. Oppure che lo saremo quando ci cuciniamo gli spaghetti, o quando ci riposiamo sul divano. Insomma l’idea di base è questa: “definisci nuove regole, scegli qualcosa che controlli facilmente, che senza difficoltà puoi realizzare e che è alla tua portata ogni giorno”. Un po’ come la pubblicità del gioco del gratta e vinci: “ti piace vincere facile?” Il problema vero è che questo approccio funziona nel breve periodo e ci si sente meglio. Ma alla lunga non dura. Come ogni tecnica, con buona pace di chi vive insegnando il Coaching è solo questa che non funziona. Ci si mette lì e ci si sforza di essere sereni e felici quando lo decidiamo noi. Con l’idea di condizionare, di programmare la nostra mente a darci felicità ogni volta che facciamo questa cosa o quell’altra. Questo è un approccio rigido che rende schiavi di nuove regole, che con illusione pensiamo migliori di quelle che avevamo precedentemente, ma che sono altrettanto limitanti. Non esiste una sola tecnica che ci possa rendere felici. Così mi sono reso conto, rileggendo gli appunti che le regole che mi ero scelto circa una decina di anni fa, erano diventate via via inefficaci nel tempo, e  via via si sono rivelate inutili. La strada è un’altra. Non dobbiamo inventarci nuove regole per convincerci di essere felici quando le realizzi. Che ne direste di questa: sono felice quando mi lavo i denti. Pensa che toccasana per la nostra igiene e quanto sia facile. Tutti felici in bagno, davanti allo specchio a strusciare bene con lo spazzolino! Il problema è che con le tecniche si cade facilmente nell’auto suggestione. E se si vuole essere felici davvero non ci si deve “convincersi” di qualcosa, ma vedere la realtà per quella che è. Ci sono quindi 2 tipi di regole: le regole soggettive e quelle oggettive. Le prime le scegliamo noi, decidiamo noi cosa fare e cosa non fare, cosa seguire. Le seconde sono reali, naturali, oggettive, fanno parte della vita, e se ne fregano della nostra opinione. Non serve inventarci ottime regole personali avulse dalla realtà. Sono Illusorie. Serve invece comprendere la realtà e seguire le regole della vita (questo il senso dei suggerimenti contenuti nel post precedente). Occorre avere consapevolezza della realtà. Quando comprendiamo questo, non ci servono più le tecniche. Non ci sono tecniche che insegnano regole per renderci la vita semplice. Ricordatelo: non dovete inventarvi “sciocche” regole per convincervi di stare bene. Dobbiamo comprendere invece la realtà per stare davvero bene, profondamente e in modo autentico… Ho messo a fuoco un percorso di Life Coaching che vi può aiutare, è un percorso di otto tappe (incontri) che possono aiutavi a governare la vostra vita, vi aiuteranno a prenderne il controllo. Se state ancora leggendo è, probabilmente, per due motivi: state cercando risposte alle vostre domande interiori, e cercando soluzioni ai vostri problemi… Ecco, le 8 tappe (o se preferite …regole) che vi aiuteranno a governare la vostra vita. La prima stabilisce la qualità della tua felicità (regola del criceto). La seconda regola determina tutto quello che vivi. La terza controlla le tue emozioni negative (regola dell’indipendenza emotiva). La quarta dirige il tuo potere di cambiare (regola della crescita continua). La quinta definisce il tuo livello di sofferenza (La trappola del bisogno). La sesta controlla il tuo rapporto con quello che ti accade (regola della realtà). La settima determina se avrai successo o fallirai (regola degli obiettivi). L’ottava stabilisce se sarai felice (regola del potenziale). Vediamo il tutto più in dettaglio: Regola #1: Sarai felice? La prima regola (del criceto) determina quanto sarà profonda e autentica la tua felicità. Imparerai a distinguere soddisfazione e piacere dalla felicità. Capirai la natura della felicità. Comprenderai i limiti di soddisfazione e piacere. Capirai che non devi fare rinunce per diventare felice. Regola #2: Chi controlla la tua vita? La seconda regola (I 6 livelli della vita), ti mostra cosa determina tutto quello che fai nella tua esistenza: emozioni, pensieri, scelte, decisioni, comportamenti. Imparerai come funziona la natura umana. Scoprirai cosa determina le tue emozioni. Comprenderai il motivo di ogni tua scelta o decisione. Imparare cosa determina i tuoi comportamenti. Scoprirai l’origine dei tuoi pensieri (anche quelli che non controlli). Scoprirai cosa orienta la tua vita e le da senso. Capirai come prendere il controllo di tutto questo “meccanismo”. Regola #3: Continuerai a stare male? La terza regola (indipendenza emotiva), ti spiega nel dettaglio come nasce ogni tua emozione negativa. Imparerai cosa genera dentro di te emozioni negative. Scoprirai cosa le alimenta. Capirai perché in alcuni momenti ne provi, in altri no. Scoprirai il motivo di base del tuo/nostro malessere. Imparerai cosa devi eliminare se vuoi smettere di provare emozioni negative. Regola #4: Cambiare è difficile? Una delle cose in cui incontriamo maggiori problemi è riuscire a cambiare il nostro approccio alle situazioni, migliorarci. Tutto dipende dalla quarta regola (della crescita continua). Imparerai i punti chiave per cambiare le cose. Scoprirai pochi passaggi semplici per agire in modo efficace. Saprai in quale direzione lavorare per cambiare in modo profondo e stabile. Regola #5: Si può non soffrire? la quinta regola (Trappola del bisogno) ti mostrerà qual è il meccanismo perverso con cui ci roviniamo la vita con le nostre stesse mani. Scoprirai come entri nella trappola che crea sofferenza continua. Imparerai le false soluzioni che adottiamo continuamente. Capirai come ogni falsa soluzione ti rende ancora più vulnerabile alla trappola. Scoprirai cosa genera in te continua ansia o paura. Scoprirai il meccanismo con cui diventi sempre più fragile. Ti insegnerò il segreto per disinnescare la trappola e uscirne per sempre. Regola #6: Giusto o ingiusto? La sesta regola (della realtà), ti permette di vivere con serenità qualsiasi cosa possa accadere nella tua vita. Imparerai i tre possibili approcci alla realtà: rifiutare, subire o accettare. Comprenderai come alimenti il tuo malessere facendo la guerra alle situazioni. Comprenderai perché rifiuti qualcosa. Capirai quando inizi a subire passivamente la realtà. Scoprirai come accettare e cambiare la realtà senza subirla e starci male. Regola #7: Arriverai al successo? La penultima regola (degli obiettivi) ti insegnerà come si fa a realizzare i risultati che desideri e raggiungere i traguardi a cui aspiri. Imparerai il processo con cui passare dalla teoria alla pratica. Capirai da dove iniziare per realizzare qualsiasi risultato. Scoprirai come costruire “un ponte” verso i traguardi che vuoi ottenere. Capirai come non perderti durante il processo con cui realizzi i tuoi desideri. Scoprirai di cosa hai bisogno per tenere la rotta. Imparerai come vivere serenamente ogni obiettivo (senza che da questo dipenda la tua felicità). Regola #8: Puoi farlo? L’ultima regola (del potenziale) ti dice cosa serve per diventare più forte di qualsiasi problema. In una parola: felice. Quali sono le abilità che devi sviluppare. I tempi giusti per riuscirci davvero. Il tuo atteggiamento personale (soprattutto nei tuoi confronti).

Se ti interessa, contattami… Ci sentiamo.

E’ sempre tempo di Coaching!

Se hai domande o riflessioni da  fare ti invito a lasciare un commento a questo post: sarò felice di risponderti oppure prendi appuntamento per una sessione di coaching gratuito
0

Aggiungi un commento


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.