Ci vuole passione… Cos’è la Passione? E come trovare la tua…

Perché esistono persone entusiaste, positive, che svolgono la loro attività con gioia e sempre con il sorriso?

Occorre avere “meraki”, una parola dal greco antico praticamente intraducibile …indica l’amore con cui facciamo le cose. Che significa? Vuol dire: “Fare qualcosa con l’anima, con la creatività, con l’amore” …mettere qualcosa di noi stessi dentro le cose che facciamo… nel lavoro. È una questione di passione. Ci sono persone che hanno potuto fare di ciò che hanno sempre desiderato un mestiere. È facile riscontrarlo negli atleti, negli artisti, in coloro che hanno realizzato il sogno di una vita… Soddisfatto può definirsi chi riesce a svolgere l’attività che rispecchia i propri talenti e inclinazioni. Spesso la “meraki” è dentro di noi, si tratta solo di saperla cercare. Ma come? La risposta è: attraverso un percorso che ci permetta di connetterci con noi stessi, per giungere alla consapevolezza delle nostre aspirazioni, dei nostri desideri, delle nostre inclinazioni. Un buon Life Coach può aiutarci a intraprendere questo percorso, per vivere una vita autentica e consapevole. Grazie al supporto del Coaching possiamo co-creare per realizzare la vita che realmente desideriamo. Gli esercizi pratici sono uno strumento potente per far emergere capacità o passioni che pensiamo di aver dimenticato. Passioni o inclinazioni di quando eravamo bambini. Possiamo far riaffiorare tesori che avevamo nascosto in forzieri sepolti nei meandri più profondi della nostra anima. E’ come cercare un baule sul fondo del mare, scoprire che anche il nostro forziere è ricco di monete preziose e diamanti che rappresentano i nostri talenti. Interrogarsi su ciò che ci appassiona veramente può permetterci di scoprire l’attività per la quale siamo veramente tagliati, e condurci a svolgere un lavoro con entusiasmo, motivazione e soddisfazione. Per poter vivere una vita all’insegna della nostra Meraki…

Qual è la formula delle passioni?

Curiosità… Una passione inizia con la curiosità. Sin da piccoli siamo attratti dalle cose che ci incuriosiscono e quando diventiamo grandi spesso finiamo per dedicarci in qualche modo a una delle cose che nella prima fase della nostra vita ci ha colpito o attratto particolarmente. Ricordo che da piccolo mi piaceva esprimere il mio stato emotivo attraverso il disegno (ehm sporcando fogli utilizzando un certo tipo di colori, forme e linee. La mia prima rudimentale tecnica di gestione emotiva. La felicità poteva diventare una chiazza gialla e azzurra, la tristezza una forma grigia e scura. Non sarà un caso fortuito poi che i post sulle emozioni di questo blog siano tra i più clickati. Coinvolgimento… Una semplice curiosità però non è sufficiente senza un reale coinvolgimento ed è questo il punto in cui l’equazione delle passioni acquista un senso. Il coinvolgimento trasforma la curiosità in partecipazione attiva attraverso lo svolgimento di una qualche forma di attività legata a ciò che ci incuriosisce. Per una persona incuriosita dal suonare la chitarra, ad esempio, il passaggio alla fase del coinvolgimento potrebbe essere rappresentato dall’iniziare a prendere lezioni per imparare a suonare lo strumento. A questo punto subentra il terzo elemento. Il Tempo…  Dedicare del tempo ai propri interessi in modo regolare e ripetuto li alimenta e li rafforza. Tornando all’esempio precedente della chitarra, la persona in questione potrebbe trasformare il suo coinvolgimento in passione non gettando la spugna alla prima lezione ma continuando a praticare lo strumento nel tempo. Diventando magari anche molto bravo… Coltivare le proprie passioni richiede di dedicare tempi anche lunghi a quest’attività, periodi di mesi e anni. Durante questo periodo di gestazione le passioni diventano sempre più ancorate nelle menti di chi le esercita. Le passioni non sono altro quindi che la curiosità e il coinvolgimento che si intrecciano per tanto tempo.

Cosa sono le passioni?

Le passioni possono essere il motivo per cui ti alzi al mattino, il carburante per i tuoi sogni, il faro che illumina la strada verso la tua destinazione. Inoltre, una delle qualità più belle delle passioni è la loro forza contagiosa. Le passioni sono una fonte di energia e motivazione potentissima che fornisce il tipo di perseveranza e determinazione tipico dei leader. La giusta spinta per saltare fuori dalla propria zona di comfort. Il carburante della vita… La passione è una forza trainante, un’energia che spinge ad agire anche di fronte agli ostacoli. È un combustibile prezioso per la vita. Tentare di raggiungere qualsiasi cosa senza passione è come provare a guidare un auto senza benzina. Perché è importante seguire le proprie passioni? Un’area molto importante nella vita delle persone e che spesso si trova sganciata dalle passioni è quella lavorativa. Molte persone non amano il proprio lavoro perché non è allineato con le loro passioni, altri perché non sanno quali sono.

“L’uscita della sera, aveva lo stesso rituale della partenza
dei cento metri di una finale olimpica”

(…cosi commentava il ragionier Fantozzi il momento di chiusura degli uffici)

Se come lui non aspetti altro che il suono della campanella per fuggire dall’ufficio come un centometrista, se al lavoro ti trovi spesso a corto di motivazione, o ti capita di pensare che quello che stai facendo è noioso e ripetitivo, forse il tuo lavoro non è allineato con le tue passioni. Poiché gran parte della propria giornata (e, a lungo termine, della propria vita) è dedicata a una qualche forma di attività lavorativa si può dedurre l’importanza che ha il riuscire a creare un contesto lavorativo nel quale esprimere ciò che ci piace. Prova quindi ad immaginare questo scenario: ti svegli presto al mattino e salti fuori dal letto eccitato di iniziare una nuova giornata. Quando sei al lavoro il tempo scorre velocemente perché stai facendo qualcosa che ti appassiona e ti trovi spesso in uno stato chiamato “flusso”, in cui puoi perdere traccia del mondo e del tempo rimanendo completamente assorbito da quello che stai facendo. Quanto si avvicina alla tua esperienza lavorativa attuale? Non si tratta più di lavoro nel senso in cui molte persone si riferiscono ma è un’attività divertente e interessante. Non è lavoro, ma una passione.

Trova le tue passioni con quattro domande…

Nel libro “The Passion Test” di Janet e Chris Attwod gli autori suggeriscono di fare una lista di tutte le proprie passioni e poi scegliere le 5 più importanti. Le domande che seguono sono in parte state estratte dalla lettura di questo libro e servono ad aiutarti a compilare la lista delle tue passioni. Rispondi velocemente per non permettere alla tua mente razionale di interferire con il processo e lasciare libero accesso alla mente intuitiva. Utilizza queste quattro domande per estrarre le tue 5 passioni principali. Dopo averle identificate, dai ad ognuna di esse un punteggio da 0 a 10, dove 0 significa che non stai vivendo la tua passione e 10 che la stai vivendo al massimo. E assegna ad ognuna di esse la priorità. Cosa ti piace fare? Pensa ad un’attività che non ti stancheresti mai di fare e che saresti disposto a fare anche gratis se i soldi non fossero un problema. Un’attività che mentre la fai ti fa dimenticare del tempo che passa ti dimentichi persino di mangiare o dormire; per cui hai speso tutti i tuoi guadagni senza pensarci due volte. Se sono assorto in qualche mia pratica di esplorazione mentale-emotiva, quando il giorno dopo non ho impegni (ahimè spesso anche quando li ho), neanche le prime luci dell’alba riescono a interromperla. Ora puoi creare un’affermazione che descriva la tua passione principale. Ad esempio, leggere, approfondire e sperimentare tutto ciò che riguarda la crescita personale. Cosa significa per te questa passione? Chiudi gli occhi per un minuto e immagina come sarebbe la tua vita se vivessi completamente le tue passioni. Come ti sentiresti? Come cambierebbero le tue giornate? Ci sarebbero dei cambiamenti nel modo in cui interagisci con gli altri? Che impatto avrebbe questa passione sulla tua vita a livello di motivazione? Qual è un modello a cui ti ispiri? Quale tipo di qualità vuoi coltivare come persona nella vita? Pensa ad una persona che ammiri, qual è la caratteristica o la virtù di questa persona che la rende così speciale? Studia le persone che hanno raggiunto il successo nell’area in cui vuoi raggiungere un tuo obiettivo. Analizza il loro atteggiamento, le loro convinzioni, gli elementi distintivi che gli hanno permesso di realizzare i loro obiettivi. Esamina qual è stato il loro modo di reagire, affrontare le difficoltà e superarle, in cosa si differenziano da chi invece soffre di “Calimerite”? Cosa provi quando fai un’attività che ti piace? Questa domanda serve ad identificare le sensazioni e lo stato d’animo che ti motiva. Che sensazioni sperimenti e dove? Quando sei intento a fare qualcosa che ti piace oppure immagini di essere assorbito da una tua passione, quali sensazioni avverti? E dove le provi nel tuo corpo? Fai una descrizione sensoriale. Es. percepisco una sensazione simile a un formicolio leggero crescermi nelle braccia e nella pancia.

Cosa faresti se sapessi che oggi è l’ultimo giorno della tua vita?

Ricordi la 3° lezione di Steve Jobs? Nel suo famoso discorso, riportava che quando aveva 17 anni lesse una citazione che suonava circa così: “vivi ogni giorno della tua vita come se fosse l’ultimo”. Questa frase lo impressionò al punto che per i successivi 33 anni ogni mattina si guardò allo specchio chiedendosi “se oggi fosse l’ultimo giorno della mia vita vorrei fare quello che sto per fare oggi?”. E quando la risposta era “no” per troppi giorni di fila, capiva che avrebbe dovuto cambiare qualcosa. Alla fine di questo articolo dovresti aver definito in maniera più chiara le tue passioni più grandi. Ciò che rimane da fare ora è mettersi all’opera per viverle nella tua vita, in questo ti potrà essere utile dedicare “un’ora alla regia” per la scrittura del tuo piano d’azione.

Conclusione. 

L’esperto sul “successo” Richard St John ha individuato i tratti delle persone di successo e ha trovato che il tratto distintivo che guida queste persone è la passione. Chi ha successo nella vita fa il proprio lavoro per passione, non per denaro. E la cosa interessante è che quando lavori per passione, il denaro arriva comunque. Coltivare le proprie passioni è però importante anche al di fuori dell’area lavorativa in quanto ti permette di esprimere te stesso facendoti sentire più ricco e capace di donare qualcosa di speciale. A te, cosa ti piace fare? Qual è una tua passione? Cosa vorresti fare più spesso nella vita? Fammelo sapere…

 “E’ sempre tempo di Coaching!”

Se hai domande o riflessioni da  fare ti invito a lasciare un commento a questo post: sarò felice di risponderti oppure prendi appuntamento per una sessione di coaching gratuita

 

1

Commenti

  1. Davide Annibale  Febbraio 21, 2019

    Potresti aiutarmi a trovare le mie passioni più profonde?

    rispondere

Aggiungi un commento


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.