Come scoprire i propri talenti…

 

“Chiunque ha talento. Ciò che è raro è il coraggio
di seguire quel talento nel luogo oscuro a cui conduce”

(Erica Jong)

Oggi Talento è un termine alquanto abusato e spesso astratto. Potremmo anche dire: lontano dalla realtà delle persone. Sembrerebbe un termine perfetto per coniare slogan, titoli ad articoli o addirittura un nome di una società! In realtà nulla è così connaturato alla persona come il talento. Ma allora perché si fa così fatica a riconoscere i propri talenti? Purtroppo siamo talmente abituati a vedere quello che non va intorno a noi, che non riusciamo più a notare quello che invece funziona benissimo… che non è sicuramente poco, ve lo assicuro è veramente è tantissimo. E’ solo una questione di prospettiva! Il problema con il talento è che questo termine ha assunto nel tempo un’accezione un po’ esclusiva; si associa solitamente a delle caratteristiche peculiari che si ritrovano in modo molto concentrato in persone in grado di produrre azioni emozionanti od eclatanti: ai campioni dello sport, ai grandi musicisti o attori, insomma a persone che sanno emozionare perché hanno coltivato un proprio dono portandolo ad esprimersi a livelli molto elevati e lo hanno messo a disposizione di tutti. Qui, a voler guardar bene, non è tanto il dono ad essere speciale quanto la dedizione e la disciplina che queste persone mettono al servizio del proprio talento per farlo sviluppare al massimo del suo potenziale. Questo sì che è un talento. Ma che come si definisce il talento? Leggiamo Wikipedia: ”Il talento è l’inclinazione naturale di una persona a far bene una certa attività”. Semplice! Non vi pare? Allora tutti abbiamo talento?! Si, certo, tutti abbiamo un’inclinazione naturale a fare bene qualcosa! Se è vero che tutti hanno del talento non tutti sanno identificarlo e valorizzarlo il proprio talento. Per iniziare a farlo è importante cominciare con il concedersi un piccolo spazio di riflessione e cominciare a pensare. 

Il modo più semplice per cominciare (facendosi aiutare da un Coach) ad identificare i propri talenti attraverso precise  domande:

• Cosa mi riesce bene?
• Nel fare cosa mi sento particolarmente a mio agio?
• Per cosa mi apprezzano gli amici? E i miei familiari?
• Per quale mia qualità le persone mi chiedono aiuto?
• Quali mie capacità esprimo nello svolgere il mio hobby preferito?
• Cosa mi permette di svolgere il lavoro che faccio?

Dare risposta a queste domande può risultare difficile perché quello che viene in mente può sembrarci banale ma questo accade perché lo diamo per scontato. Quello che per noi è una cosa assolutamente banale ad un altro può sembrare una qualità preziosissima. Imparare ad apprezzare i doni che abbiamo è davvero l’inizio per vedere noi stessi e la nostra vista sotto una luce diversa. Prima di tutto scoprire i propri talenti aumenta la consapevolezza di avere un valore come persone ed un’unicità. Può aiutare ad aumentare l’autostima e a sviluppare la convinzione di avere una cassettina con degli utili attrezzi del mestiere da poter estrarre in caso di necessità. Una volta che abbiamo identificato i nostri talenti possiamo quindi pensare a come valorizzarli ed esprimerli al massimo e a come utilizzarli per raggiungere i nostri obiettivi. Possiamo pensare ai nostri talenti come a delle risorse cui possiamo attingere e sulle quali fondare i nostri nuovi apprendimenti. Possiamo cominciare a pensare in quali ambiti, diversi da quelli in cui attualmente li esprimiamo, potrebbero tornarci utili. Possiamo capire cosa ci ha aiutato a realizzare dei piccoli o grandi successi nella nostra vita e a come potrebbero supportarci per ottenerne di altri… Essere consapevoli dei propri talenti può aiutare anche a decidere cosa possiamo offrire di noi agli altri, quale dono possiamo mettere a disposizione della nostra famiglia, dei nostri colleghi, della nostra azienda e a lasciare il nostro piccolo segno positivo nella vita delle persone che incrociamo ogni giorno. Conoscere i nostri talenti ci permette anche di riconoscere ed apprezzare quelli degli altri e lasciare che arricchiscano la nostra vita. Insomma in realtà a scoprire i propri talenti non c’è proprio nessuna controindicazione, abbiamo tutto da guadagnare e niente da perdere!

“E’ sempre tempo di Coaching!”

Se hai domande o riflessioni da fare, ti invito a lasciare un commento a questo post: sarò felice di risponderti oppure prendi appuntamento per una sessione di coaching gratuita

0

Aggiungi un commento


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.