1. Come Migliorare la Propria Vita

(Prima parte)

Ci siamo. E’ accaduto qualcosa o forse solamente sorge un’altra alba, un altro giorno: è sentiamo fortemente un vento nuovo che ci spinge a fare dei miglioramenti nella nostra vita. Per fortuna, è facile sia a dirsi sia a farsi, perché anche piccoli cambiamenti possono diventare dei passi da gigante per migliorare finalmente la nostra esistenza. Orientando la mente alla crescita personale, questa nuova versione di noi prenderà forma in un batter d’occhio… Vediamoli questi piccoli miglioramenti. Stabiliamo degli obiettivi. Niente di più facile. Il modo migliore per portare a termine un progetto è decidere di metterci all’opera (e poi annotarlo e raccontarlo alla gente). Quindi, di quali miglioramenti stiamo parlando? Consideriamoli veri e propri traguardi, come se fossero risoluzioni per l’anno in corso (anche in primavera …può festeggiarsi un nuovo anno). Metteteli effettivamente in atto con costanza e vedrete che vi faranno stare bene. Fate però in modo che siano piccoli obiettivi. Migliorare la vostra vita non significa di certo condannarsi al fallimento, quindi a sensazioni di infelicità e oppressione. Devono essere traguardi facilmente raggiungibili.
Per esempio, potete decidere di allenarvi quattro volte alla settimana invece di aspirare a perdere 10 kg. Insomma… decidetevi di lavare i piatti prima che si impilino nel lavello. Alzatevi in questo preciso istante e passatevi il filo interdentale.
Non riuscirete a fare niente se non implementerete azioni concrete. Cercate di capire quali sono le cose che avete tollerato finora. Sul serio. Rifletteteci su. Cosa avete sopportato a casa, al lavoro, con i vostri amici? Cosa hai sopportato di te stesso? Se può esserti utile, scrivi una lista. È quel rubinetto che perde? Non sopporti più quell’amico che pensa di essere al centro dell’universo? Detesti le decorazioni che il tuo coinquilino ha disseminato ovunque nella vostra stanza? Una volta che inizi, probabilmente non riuscirai più a fermarti…Ora che hai individuato le cause del tuo fastidio, inizia a liberartene. Infatti, potrebbe essere questo il tuo obiettivo. Sistema il rubinetto (o chiama un idraulico). Spiega a quell’amico egocentrico che il mondo non ruota intorno a lui, e che parlare sempre di sé non lo fa risultare gradevole. Compra un quadro e appendilo in soggiorno. Non immagini nemmeno quanto ti sentirai bene una volta che la lista comincerà ad accorciarsi! Pulisci la casa. Hai presente tutta quella roba feng shui, zen e chi più ne ha più ne metta? Qualcuno si lascia trasportare un po’ troppo da queste idee, ma i concetti di base sono assolutamente veri: un ambiente piacevole ci fa stare bene. Se dentro di te il tumulto non cessa, il modo più facile per depurare l’anima e capire meglio le cose è riordinare letteralmente il posto in cui vivi. Se in questo preciso istante ti alzi per 20 minuti al fine di ordinare tutte le cose che hai buttato sul pavimento, avvertirai un gran sollievo. È una delle cose più semplici da fare, eppure in tanti preferiscono rimanere con le mani in mano. Cosa sono 20 minuti? Niente. Magari non finirai di riordinare tutto, ma vedere che la tua vita comincia a prendere la piega che desideri è una grande motivazione per continuare… No non sto scherzando affatto… dico sul serio… cosa aspetti a farlo… dai fatelo!!! Dai proseguiamo a vedere quali possono essere altri piccoli miglioramenti… Stabilite un budget. Un’altra azione semplice da provare per migliorare la vostra vita è cominciare a definire un tetto di spesa. Per quanto voi non abbiate particolari problemi economici, i benefici di un budget sono comunque tanti. Ti consente di capire che puoi mettere da parte dei soldi e iniziare a lavorare in vista di un premio. Quindi, invece di vivere in maniera frugale, ritagliati un’ora per analizzare le tue abitudini di spesa, le entrate e le uscite. Magari puoi riorganizzare quello che guadagni e risparmiare per un bel viaggio alle Hawaii. Non sai come si fa un budget? Non ci sono scuse. Questo articolo ti spiega praticamente tutti i passaggi necessari per riuscirci. Intanto, inizia a mettere la crema solare in valigia! Organizza il tuo tempo. Un errore piuttosto banale che commettiamo in tanti? Nonostante cerchiamo di portare a termine tutti i nostri impegni, non riusciamo a occuparcene nell’ordine giusto. Sprechiamo troppo tempo per fare cose di poco conto, oppure, nelle ore in cui la mente è più produttiva, ci ritroviamo a mangiare patatine davanti alla TV. Purtroppo, il tempo ci sfugge, è effimero, ma basta fare le cose giuste al momento giusto per saperlo gestire. Se sei capace di organizzarti adeguatamente, potresti persino avere qualche ora in più per divertirti… Un modo semplice per iniziare è capire quanto tempo sprechi. Invece di provare a ristrutturare la tua intera routine quotidiana, cerca di capire quali sono le attività che non svolgi come vorresti. Passi ore e ore su Facebook? Questo è un buon punto di partenza. Quando finisci di lavorare, stacca veramente la spina. Una volta che esci dall’ufficio, non passare il resto della serata pensando a quell’e-mail che ti ha mandato il capo. Non interrompere la cena per fare un’ultima telefonata. Devi dedicarti alla tua professione negli orari di lavoro: il tempo libero va assaporato non solo con il corpo, ma anche con la mente, altrimenti la vita sarebbe fin troppo pesante. In effetti, lascia ogni cosa al suo posto. Quel litigio con un amico? Dimenticalo momentaneamente. Te ne occuperai a tempo debito. La salute di tuo padre è precaria? Cerca di stargli vicino quando puoi, ma poi vai a casa e non tormentarti. Tutto ha un proprio posto. Se trascini ogni singola preoccupazione da un ambito all’altro della vita e le combini, il caos sarà intollerabile. Fai una lista delle cose per cui sei grato. È un po’ sdolcinato, vero, ma ha un suo perché. È facile pensare che l’erba del vicino sia sempre più verde, ma in realtà questo ti impedisce di guardare sotto i tuoi piedi. L’erba è verde anche per te. Quindi, prendi un bloc-notes o dei post-it dopo aver finito di leggere il paragrafo e scrivi questo elenco. Letteralmente, vedrai che la vita ti ha dato tanto, e ti sentirai bene. Se sei assolutamente convinto di non avere niente per cui essere grato, non ti metterai nella prospettiva giusta per migliorare la tua vita. Tanto per iniziare, hai un computer (di qualunque tipo esso sia) per leggere questo articolo, ed è già qualcosa. Probabilmente, hai un tetto sulla testa, persone nella tua vita che tengono a te, e in questo preciso istante stai respirando. In effetti, sono tutte cose decisamente fantastiche. Le dai per scontate, ma, senza di esse, di certo non vivresti bene. Concentrati su un hobby. Parlare male sei lingue non ti sarà di alcun aiuto. Suonare il chopsticks sul pianoforte purtroppo non fa di te un musicista. Se c’è qualcosa che ti interessa, rimboccati le maniche e studia. Quando padroneggi un’arte, hai qualcosa di cui andare fiero. Qualcosa di cui parlare. Qualcosa che capisci e ami. Dunque, invece di restare con le mani in mano, mettiti all’opera. Questo impegno avrà i suoi frutti. Se fai le cose di buona lena, generalmente sei destinato ad avere successo. Diventare veramente bravo in qualcosa dà sempre soddisfazioni. Nel tempo, succederanno anche le altre cose che desideri. In questo momento, scegli la prima attività che hai sulla lista. Hai sempre voluto imparare un’arte marziale? Suonare il pianoforte? Dipingere? Riparare macchine? L’unico momento per iniziare è questo…

(continua)

 “E’ sempre tempo di Coaching!” 


Se hai domande o riflessioni da fare, ti invito a lasciare un commento a questo post: sarò felice di risponderti oppure prendi appuntamento per  una sessione di coaching gratuita

0

Aggiungi un commento


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.