Opportunità di guadagno per studenti

 

“Ho finalmente il denaro sufficiente per lasciare il lavoro e vivere di rendita per il resto della mia vita… devo però morire entro giovedì”

(Anonimo)

Eccoci arrivati alla terza domanda. Oggi cambiamo decisamente argomento. Dopo aver parlato di principi e tecniche di crescita personale, in questo nuovo post-intervista affronterò il tema opportunità di guadagno per studenti universitari.

Inizialmente ero intenzionato a non rispondere perché l’argomento è un pelino off rispetto a quelli abitualmente trattati, ma visto il grande interesse di chi ha esposto l’interrogativo e un certo interesse dimostrato da altri amici e lettori per questo quesito, ho deciso di condividere la mia esperienza personale a riguardo.

Dunque: …come fare soldi mentre si studia?

L’amico che me lo ha chiesto l’ha fatto con una perifrasi molto elegante, ma di fatto vuole solo sapere come poter fare un po di soldi facili e …senza lavorare, mentre sta cazzeggiando all’università, giusto?!
Scherzi a parte, ci sono passato anche io… e guarda caso ci sono passato proprio mentre studiavo, quando il budget striminzito da studente non mi bastava mai.

Ho perso il conto delle “opportunità di guadagno” e dei lavoretti fatti durante i miei studi: Cameriere in un bar del centro a Milano …portando i caffè bibite e panini ai vari uffici della zona… Tenendo lo scarico e carico di un magazzino di vernici e prodotti per l’edilizia il sabato… Altri lavoretti i più vari.

Queste esperienze mi hanno insegnato due lezioni fondamentali: Non esistono soldi facili. Se cerci un lavoro “compatibile con gli studi, in cui non serva esperienza e che non abbia orari assurdi“, sei completamente fuori strada.

Pensaci per un istante: chi è quello “stupidone” che pagherebbe qualcuno che ha zero competenze, vuole lavorare solo negli orari in cui gli fa comodo e neanche a tempo pieno?!

Non mi stuferò mai di ripeterlo: se vuoi fare soldi, devi creare valore (o per dei clienti o per un datore di lavoro).

invece di chiederti qual è l’opportunità di guadagno migliore, chiediti qual è il modo migliore per creare valore per qualcuno (qui trovi qualche indizio utile).

C’è un’azienda, un imprenditore o un commerciate a cui puoi risolvere un problema? C’è un gruppo di persone che hanno un bisogno impellente e tu puoi soddisfarlo grazie ad una competenza maturata in qualche campo?

Smettila di cercare “opportunità di guadagno” ed inizia a porti le domande giuste.
Lo studio è un lavoro a tempo pieno.

Se vuoi affrontare seriamente il tuo percorso di studi, non puoi permetterti troppe distrazioni.

Ripeto, sono stato anche io uno studente squattrinato, ma ho fatto una scelta ben precisa: durante le lezioni e le sessioni di esami mi sono sempre concentrato al 100% sullo studio, cercando di non rimanere indietro con gli esami e lasciandomi almeno 3 mesi vuoti nel periodo estivo.

Durante l’estate ho sempre lavorato (operaio, cameriere, etc.), mettendo da parte quello che guadagnavo. Non bisogna pensare che la libertà che l’Università ti lascia sia una scusa per non affrontarla seriamente. Probabilmente chi mi ha posto la domanda e gli altri studenti che hanno votato la sua domanda si aspettavano una risposta un tantino diversa, ma le due lezioni che ho condiviso sono il miglior suggerimento che mi sento di dare a chi in questo momento sta studiando e non ha il Papi disposto a finanziarie ogni suo desiderio.

Per il resto, ho dedicato numerosi articoli alla crescita finanziaria e in generale al tema “guadagnare soldi“. Rileggeteli: trovere/rai gran parte di quello che ho imparato negli anni,  passando dall’essere, inizialmente uno che lavorava per poco più di 1.000€ al mese, ad un reddito mensile considerevole alto e ha posizioni di responsabilità (perchè preparato dallo studio) che lo giustificavano ampiamente.

Vorrei che vi/ ti fosse chiaro che nella vita in molti ti daranno consigli sui soldi e su delle “fantasmagoriche” opportunità di guadagno, ma pochi di questi consigli ti saranno davvero utili. Necessari sono invece …lo studiare seriamente e un percorso in salita denominato “gavetta”.

Ci sentiamo domani tra qualche giorno con un nuovo post, il quarto.

La domanda 4 è stata forse la più difficile a cui rispondere, ma è anche quella in cui ci ho messo maggiormente il cuore e mi auguro che scoprire certi difetti e mancanze vi/ti faccia capire che non serve essere dei supereroi per intraprendere un serio percorso di crescita personale.

A presto.

E’ sempre tempo di Coaching! 

se hai domande o riflessioni da fare, ti invito a lasciare un commento a questo post: sarò felice di risponderti
oppure: prendi appuntamento per una sessione di coaching gratuita

3

Commenti

  1. Smithg227  Novembre 27, 2016

    Do you mind if I quote a few of your posts as long as I provide credit and sources back to your weblog? My blog is in the very same niche as yours and my users would truly benefit from a lot of the information you present here. Please let me know if this alright with you. Thank you! akbbfadaafdeedfd

    rispondere
    • skrull_1948  Novembre 28, 2016

      Yes, you can use this source for your users, there is no problem, thanks to you.
      Maurizio

      rispondere
  2. try here  Dicembre 17, 2016

    I simply want to tell you that I’m all new to weblog and definitely loved you’re web-site. More than likely I’m planning to bookmark your blog . You certainly come with fabulous well written articles. Thanks a lot for sharing with us your web site.

    rispondere

Aggiungi un commento


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.