QUALCUNO VUOLE CONVINCERTI CHE… VA BENE COSÌ, NON DIPENDE DA TE!

Secondo una delle tante ricerche che periodicamente vengono condotte, recentemente, in una di queste è emerso che ormai una percentuale altissima di persone si dichiara insoddisfatta della propria vita e, di conseguenza a ciò, tendenzialmente infelice. Beh, in effetti basta guardare i volti delle persone che si incontrano per strada o al supermercato per rendersene conto. Sguardi cupi, volti tirati, nervi a fior di pelle. Sta diventando sempre più difficile incontrare gente soddisfatta e felice, che non odi il lunedì, che non si stressi sul lavoro, che non ce l’abbia con quel collega, quel capo, quel parente, ecc. ecc.. Sempre la ricerca in questione, cercava di dare delle motivazioni genetiche alla cronica insoddisfazione delle persone… spiegando con grandi giri di parole… tesi alquanto contraddittorie e discutibili.  Ecco, ci manca solo questo. Mettiamo nella testa della gente che se sono infelici e insoddisfatte non è loro responsabilità. Ma è’ colpa del DNA!?  Deresponsabilizziamoci ancora di più… Questa mi pare che è il miglior modo per rendere le persone deboli e manipolabili. Della serie: “non devi dispiacerti, non dipende da te, non ci puoi fare nulla. Accetta la situazione per quel che è”.  Vi prego. Non credere a queste sciocchezze. Piuttosto, DECIDETE ora, immediatamente, che vi impegnerete per cambiare le cose. Non sarà facile farlo, ma la questione non è questa. La questione è se lo volete veramente oppure no. Se la risposta è sì, allora eccovi alcuni semplici “suggerimenti”  da seguire e che vi possono aiutare. Dipende solo da voi. Procedete a piccoli passi. Ponetevi dei piccoli obiettivi di crescita (personale e professionale). Non cercate di fare a tutti i costi dei salti quantici. Fate piccoli passi ma costantemente e senza fermarvi. In pochi riescono a correre una maratona, ma tutti se vogliono riescono e possono fare 10 metri di corsetta, che poi diventano 100, che poi diventano 1km e poi 5km e poi 10 km e poco alla volta nel tempo giusto, con costanza e determinazione, se lo si vuole veramente, possono trasformarsi in 42 km e 195m. Alzate gli standard. Abbiate il coraggio di essere ambiziosi. Non ponetevi limiti mentali. Ci sono già quelli reali, figuriamoci. E’ semplicemente sciocco farlo, tutto qui. Agganciandoci comunque al punto precedente, dopo aver corso 1km, se ancora non siete soddisfatti… non accontentatevi e puntate pure  più in alto. Verificate Il giorno dopo, quanti chilometri vi mancano ad una esistenza soddisfacente e felice… Sappiate però che potrete correre quanto vorrete, ma se correte appresso a delle ‘pretese’ correrete verso falsi obiettivi e soddisfazione e felicità non li raggiungerete mai! Ricordatevi quel che diceva già ai suoi tempi Seneca: “Nessun vento è favorevole per il marinaio che non sa a quale porto vuol approdare”. Innanzi tutto, vivete con Passione. Una vita diventa appassionante solo quando siamo noi a mettere passione in quel che facciamo. Impegnatevi a vivere anche la quotidianità come se… quel momento fosse importantissimo e ne foste felicissimi. Credetemi… cambia molto… Ma, io adoro sentirmi un appassionato cronico. Questo è un punto fon-da-men-ta-le! La nostra vita è nelle nostre mani, siamo noi gli unici veri responsabili della nostra vita. Nessun altro. Prendetene il comando e interrompete immediatamente qualsiasi forma di lamentela e/o vittimismo. Non è questione di essere ottimisti! Ma, di avere un giusto atteggiamento e saper godere di tutto ciò che abbiamo già. Nella vita di ognuno di noi, e sottolineo di ognuno di noi, ci sono una marea di cose belle per le quali può valere la pena di sentirsi fortunati e/o orgogliosi. Prendetevi una mezz’oretta e fate un elenco di queste cose. Per ognuna di queste pensate a quanto le vorreste… se non le aveste. Sentitevi felici e privilegiati per averle già a vostra disposizione… Di tanto in tanto fare “un inventario” di quel che abbiamo nel “magazzino” della nostra vita… può evitarci di correre e rincorrere “cose” che abbiamo già… ma, che non sappiamo più dove le abbiamo dentro noi riposte… A volte è solo questione di tenere allenata la nostra “Mente”.

“E’ sempre tempo di Coaching!”

Se hai domande o riflessioni da fare, ti invito a lasciare un commento a questo post: sarò felice di risponderti oppure prendi appuntamento per una sessione di coaching gratuita

0

Aggiungi un commento


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.